La Capitale della Rep. d’Irlanda

Un weekend in una Capitale giovane, colorata, spensierata e rilassante? Dublino è il posto giusto!

Visitabile interamente in un fine settimana passeggiando senza fretta.

Le cose da vedere non sono molte ma sono tutte imperdibili.

 

Cominciamo a scoprire la città partendo da O'Connell Street,famosa per essere una delle vie più grandi d'Europa e che, insieme alla parallela Grafton Street,costituiscono le strade principali di Dublino. Percorrendola tutta fino a due passi da O'Connell Bridge, si arriva alla statua in onore di Daniel O'Connell, circondata da 4 angeli che stanno a rappresentare le 4 provincie d'Irlanda.

 

Da lì, costeggiando il fiume Liffey in direzione del porto, arriverete dapprima ad Ha'Penny Bridge, il caratteristico ponte pedonale che deve il suo nome all' Half Penny che in passato si doveva pagare per poterlo attraversare, e poi proseguendo troverete "The Famine Memorial" di Rowan Gillespier, scultura simbolo della grande carestia del 19° Sec. Sempre lì potrete vedere la Word Poverty Stone, pietra installata per la giornata mondiale contro la povertà nel mondo, promossa dall'ONU. Per finire, prima di arrivare al porto resta da vedere il Samuel Beckett Bridge, ponte a forma di arpa.

L'arpa, simbolo della città nonché marchio della famosa birra prodotta a Dublino è custodita all'interno dell'Old Library nel Trinity College.

Quest'ultima è l'università che frequentarono, tra gli altri, Oscar Wilde e Samuel Beckett.

Anche il Trinity College si trova nel cuore della città, di fronte alla Bank of Ireland.

Al suo interno, pagando un biglietto d'ingresso, si avrà accesso al famoso "book of Kells" contenente i 4 vangeli scritti in latino e dipinti a mano dai monaci irlandesi nell'800, e alla maestosa Old Lbrary con i suoi oltre 5.000 testi.

 

Continuando a passeggiare arriverete al Castello di Dublino che può anche essere ammirato solo dall'esterno senza dover pagare il biglietto d'ingesso. Concedetevi due passi nel grazioso giardino alle spalle del castello.

 

Tornando indietro vi imbatterete in un altro simbolo della città, la statua in bronzo di Molly Malone, la pescivendola protagonista dell'Inno di Dublino.

 

I luoghi di culto da non perdere sono invece la Christ Church Cathedral e St. Patrick's Cathedral, chiesa del patrono della città.

Se preferite rilassarvi in un parco urbano, consiglio St. stephen's Green, a due passi da Temple Bar.

Oh! Eccoci arrivati a parlare del quartiere più famoso e vissuto di Dublino: Temple Bar. E' qui che troverete locali per tutti i gusti.

 

N.B: Temple Bar è anche il quartiere più costoso della city. Se non volete spendere un patrimonio, spostatevi dall'altra parte dell' Ha'Penny Bridge.

Ultime ma non ultime restano da visitare le carceri di Dublino e, impossibile da non notare, The Spire, la torre d'acciaio al centro di O'Connell Street, alta ben 120 metri e che rappresenta la lotta per l'indipendenza. (Gli abitanti preferiranno dirvi che è stata messa come punto di riferimento per gli ubriachi).

 

Info pratiche:

Guardate a destra prima di attraversare (la guida è al senso opposto in tutta Irlanda). Muovetevi pure con Taxi ed autobus ma munitevi di moneta perchè nessuno è intenzionato a cambiare le banconote (e quando dico nessuno, intendo proprio nessuno!!).

Da e per l'areoporto prendete pure uno shuttle bus, ce ne sono ad ogni ora e arrivano comodamente in centro città.

Per risparmiare qualcosa meglio prenotare il primo tour del giorno del Guinness StoreHouse.. costa la metà.


Buon viaggio!

Ti è venuta voglia di andarci? Contattami per le info.